Logo dell'iniziativa contro il prestito a pagamento - Divieto d'accesso con scritta Non Pago di Leggere - disegno

Scritta Non Pago di Leggere - Campagna europea contro ilprestito a pagamento - da un'iniziativa della biblioteca di Cologno Monzese-logo biblioteca-occhio


scenario
il punto
iniziative
sono con noi
la B.E.L.L.A. catena
manifesti e appelli
adesioni
documentazione
usa e diffondi
sito spagnolo
in Portogallo
rassegna stampa
bandiera inglese


per le biblioteche


biblioteche ed enti promotori

  logoAIB
  logoBrescia
  logoCastellanza
  logoEmpoli
  logoModena
  logoPesaro
  logoPinerolo
  logoPistoia
  logoRoma
  logoSettimo
  logoTrento
  logoCsbno Milano
  logoSbiroz Milano
  logoSbv Milano
  logoMilano Est
  logoNord Est Milano
  logoValenza



La rivista Biblioteche oggi pubblica sul N. 3 aprile 2007 due articoli che riguardano la battaglia contro il prestito a pagamento. Il primo, Prestito a pagamento: nuovi scenari, di Luca Ferrieri, propone una riflessione sulla "fase due" della campagna, dopo la condanna di Italia e Spagna. Il secondo, di Siv Wold-Karlsen, è una documentata e accurata fotografia della situazione dei paesi scandinavi (il paradiso bibliotecario del Nord Europa) in cui è da tempo in vigore un sistemna di Public Lending Right, ma con caratteristiche molto diverse da quelle proposte e imposte dall'Unione Europea.

Con il "colpo in comma" della Finanziaria "sembra così arrivata alla fine la lunga e dolorosa vicenda iniziata con la direttiva europea del 1992, rimasta silente per più dieci anni, e poi approdata, nel 2004, al procedimento di infrazione". E invece probabilmente questo finale in sordina "non è che l’inizio". Questa la diagnosi/prognosi formulata dal saggio di Luca Ferrieri e basata fondamentalmente su questi elementi:
- un cambio di scenario europeo, dovuto al fatto che anche le legislazioni del Nord Europa vengono ora messe sotto accusa dalla Commissione Europea, ampliando il numero dei paesi contravventori ("in regola" con la direttiva europea rimangono solo i Paesi Bassi, e, forse, l'Austria e la Germania);
- un cambio di scenario globale, per la crescente centralità dello scontro sulla proprietà intellettuale che andrà via via a toccare un numero sempre maggiore di aspetti della vita quotidiana;
- un cambio di scenario italiano, perché la gestione del "pasticciaccio brutto", compiuto dal governo, sarà molto complicata, foriera di colpi di scena e non sarà indolore per nessuno.

Il primo cambio di scenario è dettagliatamente analizzato anche nell'articolo di Siv Wold-Karlsen. La situazione del Nord Europa è stata spesso portata (dai legislatori europei e dai sostenitori nostrani della direttiva, quasi tutti di provenienza editoriale) ad esempio di una felice applicazione preventiva (visto che in questi stati il pagamento dei diritti sui prestiti è in vigore da molto tempo) della direttiva europea. Leggendo l'articolo si scopre però che la realtà nei paesi scandinavi è molto diversa e che le legislazioni in materia offrono un sostegno agli autori (nazionali) ma non riconoscono in realtà nessun diritto legato al copyright dei documenti prestati in biblioteca. Questo ha fatto sì che l'Unione Europea abbia richiamato energicamente i governi dei paesi scandinavi (e anche del Regno Unito) al rispetto della direttiva e che la Danimarca sia stata addirittura accusata di "violazione dei diritti umani". L'articolo di Siv Wold-Karlsen sostiene che la Unione europea negli ultimi anni sta sottoponendo a continue revisioni la sua concezione del diritto d'autore, dando a queste parole significati sempre diversi. Si tratta di decidere - conclude l'autrice citando Lewis Carroll - "chi deve essere il padrone" delle parole (e del diritto).





- Quando io uso una parola, - disse Humpty Dumpty in tono d'alterigia, - essa significa ciò che appunto voglio che significhi: né più né meno.
- Si tratta di sapere, - disse Alice, - se voi potete dare alle parole tanti diversi significati.
- Si tratta di sapere, - disse Humpty Dumpty - chi ha da essere il padrone... Questo è tutto.

(Lewis Carroll, Attraverso lo specchio, 1871)

leggi "Attraverso lo specchio" su Liber Liber



febbraio 2007



Sito a cura di della Biblioteca Civica di Cologno Monzese
nopago@comune.colognomonzese.mi.it

Il contenuto di questo sito può essere riprodotto
con licenza creative commons citando la fonte
Creative Commons License